fbpx
Top model: le celebrità degli anni 90

Top model: le celebrità degli anni 90

Nell’immaginario collettivo le Modelle rappresentano l’icona desiderio dell’uomo, ma nella semplicità esse rappresentano il simbolo del “Vestire bene”, della Donna Perfetta, dal gusto raffinato ed elegante, a cui ogni donna si ispira. Correvano gli Anni ’90 quando in Italia ci fu la prima sfilata di Moda in passerella organizzata da giovanni Battista Giorgini, e ciò rappresentava la rivoluzione al tradizionale modo di comunicare la Moda, passando dall’ interno degli atelier alle passerelle.

Non a caso in questo periodo nasce il concetto di Top Modell, elevandosi poi a Celebrità, lasciando un segno indelebile nel tempo, nascono i primi volti indimenticabili della moda, icone del concetto di bellezza, lontanissime dall’aspetto anoressico di oggi, ma dall’aspetto statuario e in salute.

Il Podio degli Anni ’90

top model - anni 90 - podio - Naomi campbell - cindy crawford

Sul podio delle passerelle Anni ’90 ritroviamo 3 bellissimi volti della moda, che ancora oggi sono un’icone indimenticabile.

Cindy Crawford che nonostante una bellezza indiscutibile, rappresentava l’ideale della normale ragazza mora, dalle forme morbide, quasi da vicina di casa sdoganando lo stereotipo esaltato dalla classica modella bionda, rappresentato a quei tempi da Claudia Schiffer, retaggio iconografico culturale del dopoguerra, che inequivocabilmente tornava alla memoria per l’incredibile somiglianza con Brigitte Bardot. Ed improvvisamente arrivò la musa di Gianni Versace, quella Venere Nera che, come dicono negli USA, fu un vero e proprio ‘turning table’ anche a livello sociale. Non si ricorda fino a quel momento una modella dalla pelle nera come Naomi Campbell, capace di essere ammirata e desiderata così.

Il Cambio di rotta: Kate Moss

Il cambiamento si ebbe poi con Kate Moss, il cui stile era completamente diverso dai canoni dell’epoca, in quanto con la sua minutezza aprì le porte ad un nuovo filone storico, che si avvicina all’ideale di donna del nuovo millennio allontanandoci da quello Anni’90. Kate Moss, Top Model dalla bellezza non convenzionale, dalle gambe lunghe e magrissime, seni sexy e volti indimenticabili, è molto diversa dalle forme giunoniche e palestrate di Cindy Crawford, Linda Evagelista o Naomi Campbell, Kate con i suoi 170 cm, la sua magrezza ai limiti dell’anoressia, è riuscita a farsi strada eguagliando le colleghe e sdoganando un nuovo prototipo di femminilità.